Le api e il miele della conoscenza

Omegna

86 ore

A chi è rivolto

Sono previsti da un minimo di 6 allievi ad un massimo di 12. Gli allievi devono essere maggiorenni, automuniti e devono presentare, prima dell'inizio del corso, una autocertificazione medica di NON sensibilità al veleno delle api.

Profilo professionale

L'obiettivo del progetto è formare di un gruppo di interessati, fortemente motivati nel campo dell'apicoltura, con focus particolari sulle conoscenze necessarie all'attività specifica e sulla sensibilizzazione dell'attuale situazione ambientale nell'agroecosistema.

Attività formative

Le attività, finanziate dalla Fondazione CRT, inizieranno nel mese di aprile e termineranno entro ottobre.
Il corso prevede come attività teoriche:

  • 1 incontro di presentazione del progetto con l'informativa sulla sicurezza dei luoghi che saranno frequentati;

  • 4 lezioni in aula di due ore sulle seguenti tematiche:

    • Elementi di ecologia ecosistema - habitat - rete alimentare- struttura e dinamica di popolazione - fattori limitanti);

    • Ecosistema naturale e servizi ecosistemici: insetti impollinatori (definizione dei servizi ecosistemici, cenni di morfologia generale e di ecologia degli insetti impollinatori, tecniche di impollinazione);

    • Agroecosistema: l'azione dell'uomo (origine e sviluppo dell'agroecosistema e principali caratteristiche);

    • Cambiamenti climatici e specie aliene (impatto dei cambiamenti climatici e delle specie alloctone sull'ecosistema).


  • 2 lezioni in esterno per c.a. 4 ore totali
    • Osservazione ed interpretazione degli elementi principali del territorio pedemontano.

    • Riconoscimento in natura di specie animali e vegetali presenti nel territorio pedemontano.


  • 2 lezioni c/o Apicoltura Benoît (per c.a. 6 ore)
    • Proiezione di video sul mondo delle api con relativa spiegazione e commento

  • 2/3 lezioni (per circa 4/6 ore) presso Enti Datoriali di settore sulle tematiche dell'autoimprenditorialità ovvero dell'avvio di un'attività imprenditoriale.






Le attività pratiche previste, per c.a. 56 ore si svolgeranno presso gli apiari Benoît di Armeno in 7 giornate da 8 ore con cadenza mensile e verteranno sulle seguenti tematiche:

  • comportamento generale in apiario (saccheggio, anomalie ...).

  • Come si visita un alveare, comportamento delle api

  • Come si struttura la famiglia. Individuazione della Regina.

  • Controllo scorte, ripresa deposizione, popolazione.

  • Incremento alimentazione, stringere, allargare.

  • Le api devono coprire i telai.

  • Pre-raccolto: controlli preventivi sciamatura, preparazione alla fioritura dell'Acacia, a quali famiglie dare il melario.

  • Raccolto: melari, rimpasto, altri melari.

  • Allevamento: cambio regine, regine vergine, marcatura, asporto di covata, creare nuove famiglie.

  • Allestimento di un apiario.

  • Patologie: Varroa, trattamento, blocco di covata, sblocco.

  • Famiglie a polline.

  • Confezionemento, miele, propoli.

  • Smielatura, pulizia impianto.

  • Nuovi telai con fogli cerei, estrazione cera.


Prospettive

Al termine del corso il partecipante può inserirsi in una apicoltura o realizzarne una propria.

Modalità di iscrizione e vincoli

E' possibile effettuare una preiscrizione al percorso formativo presso la sede di Omegna di VCO Formazione. Alla chiusura delle iscrizioni gli iscritti saranno contattati per un colloquio orientativo sulla cui base si effettuerà l'eventuale selezione dei partecipanti al percorso. Dopo la conferma dell'accettazione al percorso si dovrà versare la quota di iscrizione con le modalità che saranno comunicate dalla Segreteria di VCO Formazione.
Il termine delle iscrizioni è previsto per il giorno 13/03/2017